Il desiderio di una piccola talpa di Sang-Keun Kim

il-desiderio-di-una-piccola-talpa

Tempo di lettura del post: 4 minuti

Se dovessi consegnare una categoria al racconto Il desiderio di una piccola talpa sarebbe sicuramente quella del “sarà”; e se credi che non esista, beh, suppongo che il tuo dubbio sia abbastanza lecito e non mi resta che inaugurarla adesso, qui in diretta. Hanno l’etichetta di “Sarà” quelle storie caratterizzate dal fatto di riuscire a far emergere tutta una serie di incertezze: sarà questo o sarà quello, sarà così o sarà cosà, sarà vero oppure no? Nonostante queste domande i bambini lettori andrebbero comunque sul sicuro: “è tutto vero!”. I più grandi, invece, avrebbero qualche sospetto in più ma amerebbero comunque convincersi che tra le due versioni – la razionale e la magica – sia di gran lunga preferibile la seconda.

il-desiderio-di-una-piccola-talpa

La storia dell’artista Sang-Keun Kim si apre in un paesaggio completamente innevato. A tal proposito, qualora tu fossi vestito un po’ leggerino, ti consiglio di coprirti di più prima di proseguire nella lettura. Tra queste pagine fa parecchio freddo ed è piuttosto complicato riuscire poi a scaldarsi quando si è fermi ad attendere alla fermata dell’autobus, non trovi? Questa vicenda inizia da una lunga fila di impronte lasciate sulla neve e da una piccola talpa che si è appena trasferita in questa nuova cittadina e non è ancora riuscita a farsi dei nuovi amici. Quando ci si sente soli diventa davvero facile fare amicizia con una palla di neve. Se, poi, questa è anche in grado di diventare sempre più grande e di ascolta senza repliche è normale che venga voglia di portarla a casa. Oltretutto, aspettare l’autobus in buona compagnia è decisamente più sopportabile, a maggior ragione quando il gelo invernale attanaglia le guance e trasforma i respiri in piccole nuvole.

Finalmente l’autobus raggiunge la fermata. Il freddo potrebbe anche essere lasciato alle spalle e diventare ricordo se non fosse che l’autista si oppone davanti alla tacita richiesta di far salire la nuova amica sul mezzo. Dopotutto, l’uomo (o l’orso) non vede altro che una palla di neve e se anche per te dovesse trattarsi soltanto di questo, converresti di certo con il suo tassativo divieto. Dall’altra parte invece, la piccola talpa dormirebbe in quella fredda fermata piuttosto che lasciare la sua amica da sola. Scommetto che ora stai cominciando a sentire ancora più freddo, è così? Allora copriti meglio che sta per cominciare qualcosa di incredibile.

Il desiderio di una piccola talpa è l’albo scritto e illustrato dall’artista sudcoreano Sang-Keun Kim il quale, dopo un debutto nel campo dell’animazione, decide di dedicarsi a progetti che potesse completare in autonomia, senza dover contare su grossi budget. Comincia quindi a pubblicare le sue prime illustrazioni online e approda presto ai racconti illustrati per l’infanzia. Un’autore che sviluppa le sue avventure con grande sensibilità ed empatia verso l’incanto dei bambini. Conosciuto anche per il più recente albo Star Fishing (2022) è grazie al racconto Little Mole’s Worry, pubblicato in cinque lingue, che riceve il premio di miglior libro illustrato dell’anno in Corea (2015).

“La semplice fiducia della Piccola Talpa nel suo nuovo amico lo rende un personaggio affascinante, e il suo mondo innevato è un luogo caldo e accogliente.”

Publishers Weekly
il-desiderio-di-una-piccola-talpa
Osserva bene questa scena! Stavo leggendo l’albo con mio figlio quando gli faccio notare la presenza di un serpente appisolato lungo il portaborse dell’autobus e lui mi invita a sua volta a notare un dettaglio: – “Guarda, Ha mangiato un topo!”. In effetti ha una gobba lungo il corpo affusolato e, tra i passeggeri, c’è un piccolo roditore dall’aria alquanto preoccupata. Mancherà qualcuno all’appello? Osservando i vari personaggi diventa chiaro quante possano essere le possibili altre storie dentro la storia.

L’avventura della talpa e della sua fantasiosa compagna di viaggio descrive la volontà dell’autore di voler empatizzare con il sentimento animistico dei bambini. Posso giurare che a metà del racconto, dopo che la protagonista modifica l’aspetto dell’amica per renderla socialmente accettabile (e fare in modo che possa salire con lei sull’autobus), si fatica a credere che quella palla di neve non abbia una vita propria. Apparentemente una storia semplice, comprende invece diverse sfaccettature e interpretazioni. Verso la fine, mentre continua ad aspettare in quella fermata che diventa sempre più fredda e buia, la talpa è talmente in empatia con l’amica che arriva perfino a darle il suo berretto per ripararsi da freddo. Chissà, forse è proprio quell’accessorio ad ingannare la percezione del terzo autista (un personaggio sul quale ci sarebbe altrettanto da dire) dal momento che non si accorga di nulla e permette a entrambe di salire sul mezzo.

Giunto alle ultime pagine, il racconto si completa rivelando la presenza di una nonna affettuosa la quale, in una calda tana sotterranea, era rimasta per tutto il tempo ad attendere con premura la piccola talpa che tardava ad arrivare. Una figura accogliente e in ascolto. In epilogo, la nonna asseconda e realizza il desiderio di amicizia che sembrava essersi dissolto nel nulla la sera prima a causa del riscaldamento presente sull’autobus. Ovviamente, qui sorge il grande bivio di senso: sarà successo realmente così, oppure no? Dopotutto, chi può dire che la palla di neve a forma di amico non sia davvero scesa alla sua fermata e che non abbia deciso di recarsi, il giorno dopo, a casa della nuova amica? A ciascun lettore, piccolo o grande che sia, è data la completa libertà di interpretare e sentire il significato che più desidera.

Mi ispiro al modo in cui i cortometraggi animati riescono a trasmettere tante emozioni diverse in un breve lasso di tempo. Sono simili ai libri illustrati in questo senso. Sembrano piccoli, ma trasmettono un significato molto più ampio.

Sang-Keun Kim
Titolo: Il desiderio di una piccola talpa
Autore, illustratore: Sang-Keun Kim
Editore: Kite
Anno. 2023
il-desiderio-di-una-piccola-talpa

Autore

  • Ester

    Non sai cosa leggere? Cerchi racconti da leggere ad alta voce ai bambini? Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità editoriali? Vuoi conoscere i titoli da leggere almeno una volta nella vita? Allora tieni d’occhio le recensioni sul sito. You’re welcome!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *