Il richiamo della palude, Davide Calì e Marco Somà

il richiamo della palude

Tempo di lettura del post: 3 minuti

Questo pomeriggio, dopo la scuola, ci siamo presi un po’ di tempo per andare in biblioteca, cogliendo l’occasione di far partecipare Claudio a un concorso della tipologia buon lettore. Confesso che non ci andiamo spesso, vuoi per i vari traslochi di questi anni, per le chiusure e per la mancanza di tempo. Hai presente quelle cose che vorresti sempre fare ma non ci riesci? Ma oggi, visto che ce l’abbiamo fatta, ti racconto uno dei racconti presi in prestito.

Il richiamo della palude

Sono certa che tutti coloro che hanno familiarità con gli albi per bambini hanno sentito parlare del racconto, vincitore, nel 2017, del 2° Premio del Concorso Internazionale Sharjah Children’s Reading Festival per le illustrazioni realizzate da Marco Somà. Ad oggi, non avevo ancora avuto modo di leggerne il contenuto ma da tempo ammiravo il libro attraverso alcune presentazioni dedicate. Il talento di Marco Somà duetta con l’originale stile narrativo di Davide Calì, eclettico autore particolarmente attivo, tra Italia e Francia, nel panorama dell’editoria per l’infanzia.

La fiaba del piccolo Boris, oggi alla terza ristampa, ha tutte le caratteristiche per diventare uno di quei racconti immortali, senza tempo. Mentre Claudio, mio figlio, leggeva ad alta voce, io riflettevo su quanto, il voler incasellare il contenuto di un racconto sotto un’etichetta/argomento, possa essere fuorviante. Dire che le pagine di Il richiamo della palude siano dedicate al tema dell’adozione è alquanto riduttivo. Questa, l’adozione di Boris da parte di una coppia che non riesce ad avere figli, sembra piuttosto il pretesto per sviluppare il percorso introspettivo del protagonista, la ricerca (che accomuna molti di noi) della propria identità e del luogo che più ci rende felici o in pace con noi stessi.

Boris è una creatura fantastica, mitologica. Non si sa bene da dove sia spuntato fuori. É probabile che sia figlio della palude stessa, di quel luogo nel quale, un uomo e una donna affranti dal non riuscire a concepire un bambino, lo trovano, decidono di prendersene cura e di amarlo incondizionatamente. Ho chiesto a Claudio e Fabio cosa, del racconto, li avesse maggiormente colpiti. Hanno risposto: il suo essere un po’ umano e un po’ anfibio.

Poi hanno iniziato la loro dialettica intorno alle sue straordinarie e affascinanti caratteristiche. Ad esempio riguardo al come potesse respirare, se avesse la necessità di bagnare costantemente la pelle e a qualcos’altro in merito alle citate branchie. Le loro conversazioni mi hanno nuovamente confermato quanto non si dovrebbe giudicare un racconto dalla nostra volontà di ritrovare riscritta, il più “pari pari” possibile, l’esperienza personale. Le fiabe regalano numerose suggestioni, possibilità di immedesimazione, di riflessione, d’incanto e, soprattutto, di aprire la mente a nuove forme di pensiero.

Boris è un bambino che vive un’infanzia normalmente felice, in un ambiente che l’ha cullato, sostenuto e guidato. Ma quel che sente dentro, il richiamo delle sue origini, è ciò che inizia il suo percorso introspettivo. Eppure, quando torna là dove tutto è cominciato, si accorge di non essere più una creatura della palude o, piuttosto, di non essere più soltanto quello. Le infinite strade che la vita stessa ci pone davanti, portano a un’inevitabile contaminazione che influenza il nostro esistere. Le origini si fondono con le esperienze, arricchendo quella che è la nostra esistenza, sempre e comunque “straordinaria”.

Post scriptum. In occasione della terza ristampa, Marco Somà rivela aneddoti e ispirazioni intorno al libro. Vi invito a scoprirle sul suo profilo Instagram. Ad esempio, l’aspetto di Boris è quello della salamandra neotenica del lago Xolchimilco (Città del Messico), l’axolotl.

Titolo: Il richiamo della palude
Autore, Illustratore: Davide Calì, Marco Somà
Editore: Kite
Anno: 2016
Approfondimenti:
Davide Calì e le sue storie fuori dalle righe", di Oriana Picceni, in Style piccoli de Il Corriere della sera, 16 giugno 2020 
Festival della letteratura per ragazzi 2021 - Marco Somà 

Autore

  • Ester

    Non sai cosa leggere? Cerchi racconti da leggere ad alta voce ai bambini? Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità editoriali? Vuoi conoscere i titoli da leggere almeno una volta nella vita? Allora tieni d’occhio le recensioni sul sito. You’re welcome!

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *